martedì 2 dicembre 2014

Continuando sulla nostra strada

Viviamo in un epoca dove anche nelle arti marziali si è arrivato al più scialbo del consumismo, dove cambiare continuamente maestro e istruttore è facile come cambiare uno smartphone, dove per una cintura colorata si perde di vista l'essenza di quello che si pratica.
L'integrità dell'istruttore è fondamentale perchè in palestra si raggiungano quei dettami che migliorano le persone che entrano nel dojo.
La crescita dell'allievo dovrebbe portarlo a comportarsi educatamente sino all’acquisizione dell’etica dell’arte marziale che discende da quella degli antichi guerrieri giapponesi, i Samurai: il Bushido
Il coraggio, la gentilezza, il reciproco aiuto, il rispetto di se stessi e degli altri sono i risultati di una corretta pratica e di un corretto insegnamento. Nel dojo non si usa la violenza: non per nulla le arti marziali enfatizzano la forza mentale e non quella fisica.

Questa è la strada che percorriamo noi sforzandoci di non cadere, e se succede, di rialzarci senza perdere di vista la cima, il nostro obiettivo. Da anni cerchiamo di dare il buon esempio, nel concreto, a chi decide di unirsi alla nostra scuola. I ragazzi e le ragazze che la frequentano trovano subito un ambiente serio ma gestito con serenità e amore verso l'allenamento e la pratica.
Giorno dopo giorno Jiu Jitsu Club cresce con coesione e coerenza, e siamo orgogliosi di ogni singolo individuo che mette piede sul nostro tatami.






My Family
My Life
My Story

lunedì 24 novembre 2014

Ultime attività. Da Roma a Milano.

Viaggiare per il Jiu Jitsu è la normalità per noi, che sia per gare o stage, prendere il treno ed andare è parte integrante delle nostre attività. In vista del campionato europeo di Lisbona ci stiamo muovendo per alzare la nostra competività e approntare i giusti miglioramenti alle nostre strategie di gara.

In breve ecco le nostre tappe passate:

- Milano, per il corso arbitrale IBJJF. Un corso per apprendere le novità del regolamento e rafforzare la propria conoscenza su quanto concerne la sicurezza degli atleti in competizione o nello sparring in palestra.

- Roma, per il consueto aggiornamento tecnico dal nostro istruttore Luca Anacoreta. Due giorni di tecnica e sparring con le cinture nere tra le più forti in Italia.

- Milano, per il Milano Challenge 2014 dove abbiamo gareggiato in tre portando a casa i seguenti risultati:
  • Francesco Gardini, dopo sei lotte nelle cinture marroni 82,3 kg Master e nell' Open Class guadagna due medaglie d'argento perdendo entrambi le finali contro lo svizzero Michael Stamm.
  • Flavio Conforto, che nonostante sia padre, marito ed imprenditore riesce ad allenarsi bene e con regolarità, avendo sempre buoni risultati in gara. Per lui due medaglie, un argento in categoria e una bronzo nell'Open Class. Bravo.
  • Federico Marcato, che non riesce a fare podio ma a cui va tutto il nostro supporto. Lotta come un leone e decide di mettersi in gioco nella sua prima gara da cintura blu.



Francesco e Flavio con le medaglie del Milano Challenge



Guardando a questo fine settimane farà la comparsa sulla nostra materassina il nostro istruttore Luca Anacoreta, che terrà uno stage Sabato 29 alle ore 14.30. Per questa volta lo stage sarà destinato esclusivamente agli appartenenti di JJC.



My Family, My life, My Story

venerdì 24 ottobre 2014

Nuove prospettive

Sarà la copertura mediatica data negli ultimi tempi, sarà che la pubblicità arriva velocemente a destinazione e che la passione per il Brazilian Jiu Jitsu che si respira è contagiosa come la peggior forma di malattia tropicale, ma l'entusiasmo che si è creato in questo nuovo anno nella nostra scuola è a dir poco incredibile. E non stiamo parlando solo di numeri di iscritti, ma di motivazione e voglia di imparare.


La fase tecnica di un allenamento per i nuovi arrivati

Quando nel 2010, dopo anni in un'altra palestra, abbiamo preso la decisione di essere indipendenti da chiunque, di aprire una scuola che fosse la proiezione delle nostre idee, nel primo allenamento ci siamo allenati in due. Da quel giorno tra alti e bassi, abbiamo sempre guardato al miglioramento nostro e dei nostri allievi che giorno dopo giorno si avvicinavano a noi. Cercando sempre la qualità e la serietà in quello che facciamo e promuoviamo, stiamo vivendo un cambio di passo della nostra associazione che vede la nuova generazione del Jiu Jitsu affacciarsi su questo mondo con la fortuna di avere un'accessibilità molto semplice. Spiego meglio il concetto paragonando questo tempo a quello che vivevamo noi quando eravamo agli inizi. Tempo fa per fare una gara prima dell'europeo di Lisbona dovevamo fare i bagagli ed andare in Francia, e le gare in Italia erano solo due: Roma e Torino. Per studiare tecniche e allenamenti vari c'erano solo pochissimi istruttori in Italia e spesso abbiamo fatto arrivare atleti da Brasile. Ora è tutto più alla portata, sia dal punto di vista economico che logistico, visto il numero sempre maggiore di gare (alcune a due passi da casa), e la creazione della federazione di Jiu Jitsu Italiana che consente di avere allenatori e maestri certificati dalla International Brazilian Jiu Jitsu Federation.

Quindi, chiunque adesso voglia cimentarsi nell'Arte Suave indipendentemente da esperienza, età e possibilità può avvicinarsi alla nostra associazione, con la certezza di trovare dei programmi tecnici validi e un gruppo ben affiatato pronto a dare il benvenuto a chiunque.


  
I ragazzi del corso serale prima del saluto iniziale 


Jiu Jitsu Club Verona, mette al centro del proprio progetto ogni componente della squadra e attraverso il Brazilian Jiu Jitsu, vuole migliorare il tempo che le persone ci affidano per trarre dei benefici sia fisici che caratteriali, praticando l'arte marziale che ha rivoluzionato gli sport da combattimento negli ultimi vent'anni.


Lezione del venerdi sera di Jiu Jitsu senza kimono





Sprit and Body Training

lunedì 13 ottobre 2014

T1 BJJ Cup 2014. I risultati.

Si è svolto la settimana scorsa il consueto campionato di Jiu Jitsu organizzato da Ernesto Pè e la sua famiglia, un torneo finalizzato alla raccolta fondi per la cura del diabete e di Sostegno 70, un'organizzazione che supporta le famiglie si dall'inizio della comparsa della malattia in qualche loro componente.




Con l'iscrizione di quasi 350 atleti ed un bellissimo palazzetto il T1 si fa spazio tra i grandi tornei nazionali.
La nostra squadra ha partecipato con 5 ragazzi e anche con un piccolo supporto nell'organizzazione.

I risultati per noi sono stati questi:

  • Francesco Gardini, medaglia d'oro
  • Flavio Conforto, medaglia d'oro
  • Diego Brentegani, medaglia d'argento

Buone anche le lotte di Sebastiano Furri e Francesco Fortunato, che dopo pochi mesi di allenamenti hanno avuto il coraggio di buttarsi nella mischia.


Spirit and Body Training



martedì 7 ottobre 2014

Il nostro Trailer. My family, my life, my story



 Qui di seguito il video trailer della nostra scuola, che racchiude in un paio di minuti la nostra filosofia e il nostro modo d'essere.

Ringraziamo Marco Fiorini per averlo realizzato
http://www.marcofiorini.it/



giovedì 2 ottobre 2014

Formazione con i "RANGER" del 4° Rgt Alpini Paracadutisti Monte Cervino

Siamo molto felici ed onorati di contribuire alla formazione, nella fase di lotta corpo a corpo, di alcuni appartenenti al 4° RGT Alpini Paracadutisti " Monte Cervino", reparto inquadrato nelle forze speciali dell'Esercito Italiano


Per ovvi motivi le identità degli operatori sono state rese anonime

venerdì 12 settembre 2014

Inizio attività. La nuova stagione.

Passati i mesi estivi si ritorna alla routine e inserita in questa c'è la buona abitudine di ricominciare a fare sport. La nostra struttura sta accogliendo i nuovi arrivati, inserendoli con una programmazione apposita nei vari corsi per poter offrire una avviamento intelligente e metodico e far conoscere quanto da noi proposto.
Durante i mesi estivi ci siamo formati ed aggiornati, abbiamo approfondito tematiche e nuove metodologie.
La risposta dei primi giorni è stata positiva e gli auspici per questa nuova stagione sono molto positivi.
Ricapitoliamo quindi le nostre attività:

  • Brazilian Jiu Jitsu e Lotta Grappling. Per adulti (uomini e donne) e bambini.
  • Allenamento Funzionale e Ginnastica a Corpo Libero. Tre turni giornalieri e possibilità di lezioni private
  • Yoga. Gestito dalle ragazze dell'associazione TRA IL CIELO E LA TERRA.


Ogni nostra attività prevede per i soci l'iscirizione all' ASI, ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI e per il Jiu Jitsu prevede la registrazione degli atleti all' UIJJ e di conseguneza all' International Jiu Jitsu Federation.

lunedì 28 luglio 2014

Ultime attività.Stage e passaggi di grado.

Le giornate sono lunghe al Jiu Jitsu Club, sia per gli allenamenti sia per i corsi di gruppo e nonostante la bella stagione la frequenza è stata ottima.
Partiamo con le promozioni che hanno premiato alcuni nostri ragazzi:

- Alessio dopo 5 anni di allenamenti intensi guadagna la cintura viola. Cuore grande e mai un passo indietro.

- Matteo, talentuoso e taciturno arriva alla cintura blu sfoderando serietà e dedizione che alla sua età, 18 anni, sone merce rara.

-Federico, che nonostante l'impegno dell'università  prosegue il suo cammino serio e silenzioso. Una cintura blu meritatissima.

- Filippo, che dopo una partenza sofferta nella nostra scuola ha capito i principi sui quali si basa, ed ha subito corretto il tiro. Vittorioso in molte competizioni di buon livello, si è meritato la cintura blu.

- Marco, il nostro gigante buono. Educazione e rispetto verso tutti, miscelati con una buona dedica l'hanno portato alla promozione di cintura blu.

Da settembre tutti i nostri allievi graduati saranno registrati all'IBJJF cosi il loro grado sarà riconosciuto a livello internazionale.

Passiamo ora alla visita di una ragazza portoricana, che fa parte della nazionale di Judo giunta in Italia per poter alzare il proprio livello e che ci ha scelto per poter curare la parte della lotta a terra.
Valery, con i suoi 44kg, è battagliera e caparbia e dimostra con i fatti che una ragazza può diventare una fighter formidabile.




Infine parliamo del consueto stage estivo con il nostro responsabile tecnico Luca Anacoreta, che oltre dei nostri allievi ha richiamato molti atleti da altre scuole . Questa cosa ci rende orgogliosi perchè noi siamo promotori dell'interscambio tecnico tra diverse palestre (noi per primi lo facciamo), cosa che fa alzare il livello tecnico e che di fatto,piaccia o no, smaschera i ciarlatani che stando nel loro orticello, si dipingono come grandi atleti o insegnanti.




Spirit and Body Training

lunedì 23 giugno 2014

Ultime attività, tra promozioni e gare

Il mese di Giugno sta scivolando via e abbiamo dato un colpo di acceleratore alle attività della nostra scuola.
In primis, abbiamo graduato altri due bambini del nostro corso per i più piccoli, che si sono distinti per impegno e perseveranza durante l'anno e hanno sempre affrontato e superato i limiti e paure.

Complimenti quindi a Mathias e Daniele per la meritata promozione a cintura gialla.



Nelle foto, i bamabini graduati durante lo sparring premio con gli adulti agonisti




Passiamo ora al risultato di Francesco Gardini, che ha centrato la medaglia d'oro all' Italian Open Bjj 2014, svoltosi a Firenze sotto l'egida dell'IBJJF, che conclude un anno vittorioso per la squadra agonista del Jiu Jitsu Club, che nelle gare a cui ha partecipato ha fatto sempre incetta di medaglie. Il risultato è solo frutto di duro lavoro e allenamenti quotidiani, sacrifici e voglia di mettersi alla prova.




Ora l'appuntamento è per Venerdi 27 Giugno 2014, con il consueto appuntamento del raduno estivo che porterà ulteriori promozioni e altre novità.



Spirit and Body Training

martedì 27 maggio 2014

Ultime attività

Nelle ultime settimane si sono intensificate le attività in vista della gara di Firenze, Italian Open 2014, e l'avvicinamento dell'estate dove ci sarà un fisiologico rallentamento degli allenamenti. La preparazione tecnica è incentrata sulle combinazioni, serie di sequenze che aiutano gli allievi a creare automatismi veloci e precisi nella loro strategia di combattimento.
Poi abbiamo chiamato Fernando Marverti e alcuni atleti della sua squadra, Sambo Verona 2003, per poter studiare correttamente tecniche di proiezioni che provengono dal Judo e dalla Lotta Sambo.



 Infine i nostri istruttori hanno partecipato ad uno stage con il pluricampione Bruno Frazatto, in Italia per un mese, che ha pulito alcuni aspetti tecnici e passato dettagli che in fase di competizioni sono fondamentali.
Bruno inoltre si è dimostrato una persona bravissima ed umile, con cui è stato un piacere passare del tempo assieme.






Spirit and Body Training

lunedì 5 maggio 2014

Nuovo orario di Yoga



Cari amici, informiamo tutti gli interessati che da mercoledì 7 maggio dalle ore 20,00 fino alle 21,30 presso il Jiu Jitsu Club Verona a Sommacampagna partirà il corso introduttivo di Ashtanga Yoga
Questo corso  è rivolto a chi vuole avvicinarsi all'Ashtanga Yoga gradualmente. Un ciclo di 10 Lezioni settimanali in cui verranno spiegati i fondamenti di questa pratica. Allo studente sarà fornito chiaramente lo strumento per scoprire la bellezza e i benefici dell'Ashtanga Yoga, una pratica che seppur intensa, diviene così adattata a tutti. Lo Yoga e' infatti una delle pratiche per eccellenza nel permetterti di ritrovare un corpo allenato ed armonico, sia nell'aspetto che nella funzionalità. Corregge al meglio la postura, guida ad un esercizio fisico non spossante, che non richiede strumenti, ne' ambienti attrezzati. Tonifica ed elasticizza i muscoli, dona un corpo teso e scattante, sinuoso, reattivo.

Nell'augurio che questa possibilità di avvicinarsi alla pratica dell'Ashtanga Yoga possa aprire più facilmente le porte dello yoga  a chi ne è interessato
scrivetemi pure per ogni dubbio o ulteriore informazione ( zanoni.alain@gmail.com o al 3472935445)

Alain.

mercoledì 19 marzo 2014

Piccoli Samurai

Ci sono alcune cose che le fai, le vivi e poi passano.
Altre che lavori duro, ti immergi completamente, investi e ci credi. E queste, quando riescono, non passano mai.

Insegnare ai bambini il Jiu Jitsu è una di queste, ore passate a contatto con questi piccoli samurai che nella loro spensieratezza oltre ad apprendere ti contagiano con il loro buon umore perpetuo e con la voglia di divertirsi.
L'impostazione dei nostri allenamenti e dei nostri programmi, permette ai bambini di formarsi dal punto di vista fisico, tecnico e mentale. Siamo sempre sul tatami insieme a loro, li sproniamo a fare meglio, lottiamo con loro perchè è dando il buon esempio che si indica la strada corretta.

Domenica 16 Maggio hanno affrontato la loro prima gara ufficiale, hanno superato un test importante, si sono fatti forza l'uno con l'altro e ci hanno reso orgogliosi di essere i loro istruttori.
Si sono portati a casa tre medaglie:

-Alberto Dusi medaglia d'oro
-Bigagnoli Marco medaglia di bronzo
-Predomo Riccardo medaglia di bronzo




Il resto dei nostri bambini non ha gareggiato, ma hanno contribuito nel raggiungimento del loro obbiettivo, tutti uniti come una squadra.

lunedì 24 febbraio 2014

Ultime attività

Nel mese di Febbraio, siamo stati impegnati molto nel preparare due appuntamenti importanti per quanto riguarda il settore del Jiu Jitsu.

Il primo impegno è stato il Trieste Challenge, dove 4 dei nostri allievi hanno combattuto portandosi a casa una medaglia d'oro e una medaglia d'argento.


La squadra che ha lottato a Trieste


Subito dopo la gara, ci siamo rimessi subito al lavoro per tappare le falle che solo le competizioni possono mostrarti, grazie anche all'aiuto di lottatori di altre accademie che sempre più spesso decidono di passare da noi. A conclusione di questo, lo stage con il nostro tecnico Luca Anacoreta, incentrato sul leg drag con varie varianti e sparring finale.


I ragazzi allo stage del 22 Febbraio 2014 con Luca Anacoreta
Ora si sposta il focus sul Torino Challenge 2014 e per alcuni di noi all'Europeo no-gi che si terrà a Roma.



Spirit and Body Training

giovedì 16 gennaio 2014

I nostri valori quotidiani

Insegnare è una parola che deriva dal latino -insignere-, cioè propriamente segnare, imprimere dei segni, delle indicazioni, dei riferimenti.
Il significato principale è ancora quello originario di far imparare qualcosa a qualcuno.

Ecco la responsabilità che si assume chi decide di passare un poco della propria conoscenza ad altri, per passione o per lavoro o semplicemente per tramandare qualcosa in cui crede, con cui ha migliorato la propria vita e con cui spera di migliorare un poco la vita altrui.
Come in molte cose si parte da un principio semplice per fare il "mestiere" dell'insegnante: bisogna imparare prima di insegnare.
Si, sembra una cosa scontata ma detto in soldoni, per far vedere una cosa bisogna prima saperla fare e qui si potrebbe cominciare la trafila di critiche verso terze persone, che si reputano inadatte, che hanno trovato fantasiose scorciatoie o simili.
Come sempre e coerenti nella filosofia della nostra scuola, noi impieghiamo la massima del Maestro Carlos Gracie che disse: impiega il tuo tempo per migliorare te stesso e non per criticare gli altri.

Ogni giorno, da molti anni, il nostro impegno è focalizzato sullo studio del Jiu Jitsu e della ginnastica a corpo libero; nulla di più.
Ogni giorno ci alleniamo ed insegnamo quello che per noi è diventato uno stile di vita, quello che ci ha migliorato come persone e che ci cambia continuamente, ci fa capire i nostri limiti e ci pone davanti a delle scelte difficili da compiere, scelte che poi influiscono su altre e creano un vortice di eventi che, per forza di cosa, ci plasma come uomini.
Ogni giorno abbiamo a che fare con persone completamente diverse, timide o esuberanti, scontrose o amichevoli, sicure di se stesse o insicure.
Ogni giorno cerchiamo di essere migliori del giorno prima.

I punti sul quale come insegnanti noi puntiamo sono questi:
  • Insegna solo quello che sai fare bene, con un buon linguaggio, dei programmi e ricco di dettagli.
  • Se non sai qualcosa, non insegnarla. Imparala da uno più bravo di te e quando quest'ultimo lo crederà opportuno, allora potrai insegnarlo.
  • Davanti a te hai persone diverse, quindi l'approccio sarà diverso, ma educazione e buone maniere sono alla base.
  • Non cadere nella tentazione  di crederti una prima donna. Da qualche parte sicuramente c'è qualcuno migliore di te.
  • Continua la tua formazione sempre, studia, sii curioso, domanda e pensa. Sempre.
  • Al centro della scuola ci sono gli allievi, non gli insegnanti.
  • Dai il buon esempio, sii coerente con quello che dici.
  • Sii giusto. Non avere preferenze.
  • Non si smette mai di imparare. Mai.
L'elenco sopra non vuole essere in nessun modo un diktat per altri istruttori ma solo il nostro modo di vedere le cose, cosi chi frequenta la nostra scuola e legge il nostro blog si faccia un'idea dela lavoro che c'è dietro ad ogni singolo giorno di attivitò al Jiu Jitsu Club Verona.