domenica 18 marzo 2012

Luca Anacoreta a Verona. Il report dello stage




Si è concluso l'ennesimo stage di Luca nella nostra scuola e l'andare in crescendo del lavoro effettuato ci stà incoraggiando a continuare sulla nostra strada.
Abbiamo fatto una scelta coraggiosa; abbiamo scelto di non affidarci a cinture nere plurititolate, nomi altisonanti e programmi di incatenazione per la nostra crescita e quella dei nostri allievi.
Abbiamo scelto il futuro. Un campione all'inizio della sua carriera, l'abbiamo scelto ancora quando era una cintura viola e lo abbiamo visto sgretolare qualunque cosa gli si ponesse davanti con un jiu jitsu tecnico e cristallino.
La cronaca:
Luca arriva a Verona accompagnato da un altro atleta della sua squadra, il nostro amico Remo Zarroli e da Milano accorrono anche Nicola Donadio (cintura marrone) e Raffaella Boccafoglia della famiglia di Milanimal.
Si parte con delle posizione per prendere la schiena, varie varianti quando l'avversario difende; poi si passa agli strangolamenti sempre da questa posizione con una serie di dettagli e riposizionamenti nelle varie dinamiche di lotta.
Lavoro applicativo sull'argomento trattato e poi la consueta seduta di sparring che è durata almeno 40 minuti.
La Domenica  invece due ore di allenamento con tecniche più avanzate  e tanto sparring.

Siamo molto soddisfatti dello stage, molto contenti dell'impegno dei nostri allievi e degli atleti presenti da altre squadre. Luca, Remo e Nicola devono essere assolutamente un esempio perchè chiaccherano poco, dimostrano molto e sopratutto sono delle persone di spessore.
Gli stage in casa Jiu Jitsu Club sono occasioni da cui trarre del benificio tecnico e continuare un percorso di maturità come persone e come lottatori.

Ringraziamo tutti di cuore, Jiu Jitsu Club è qualcosa di concreto in cui dietro c'è un enorme lavoro per rendere il tutto professionale e di qualità. La più grande delle soddisfazioni ce l'abbiamo quando si respira passione sul tatami.

Spirit and Body Training...