domenica 22 gennaio 2012

La nostra Verona: storia, cultura e ...lotta

Molto spesso abbiamo il piacere di ospitare lottatori di altre accademie, che vengono nella nostra città per allenarsi o per passarci ciò che conoscono durante gli stage. Quasi sempre finito di sudare sulla materassina, di combattere con i nostri judogi zuppi di sudore, riserviamo ai nostri ospiti un giro per le meraviglie della nostra città.




" Verona nasce sulla riva del fiume Adige, situata tra le montagne della Lessinia, il lago di Garda e la pianura Padana. Città storicamente ricca di monumenti e teatri, era usata dai Romani come luogo di stanza delle proprie Legioni dove, durante il periodo dell'imperatore Vespasiano, fu costruita l'Arena.
Senza dilungarci troppo su ogni periodo storico, la nostra città ha vissuto periodi di splendore alternati a periodi di guerre e carestie.
In un successivo periodo di continui cambiamenti (all'incirca il 1136), Verona divenne comune e fu al centro dei contenziosi tra le due fazioni dei Guelfi e dei Ghibellini, che furonono resi famosi dal dramma di Romeo e Giulietta di Shakespeare



Arrivò il periodo della Signoria degli Scaligeri e qui nel periodo di Cangrande della Scala, un altro grande personaggio del passato come Dante Alighieri, dedicò a lui l'intera cantica del Paradiso della Divina Commedia.
Altri periodi passarono velocemente sulla nostra città, periodi di guerra e pestilenze e periodi di pace e splendore.
Ripartiamo ora da uno dei momenti che hanno lasciato il segno nella nostra storia, che hanno dimostrato il valore intrinseco nel nostro dna: le Pasque Veronesi.
Durante l'occupazione di Napoleone la città tentò una rivolta antifrancese, dove i veronesi respinsero numerose incursioni dell'esercito francese e sopportarono numerosi giorni di cannonneggiamenti fino ad arrendersi, ma solo all'arrivo di 15 mila soldati.
Fu poi la volta delle guerre mondiali e della resistenza partigiana, cose su cui la nostra città ha pagato un conto carissimo in termini di vite e danni materiali, ma da cui è riuscita a risollevarsi con il duro lavoro e la grande determinazione di molti nostri cittadini."


Finito il cenno storico, passeggiando per le vie della città o per i litorali del lago di Garda il pensiero prende forma con un pò di fantasia e crea una cosa che ci piace pensare: all'interno della nostra piccola realtà, una squadra di judo, sambo e jiu jitsu, forse...ma togliamo il forse..sicuramente si va a scavare nel nostro profondo, ci si allena a combattere, si crea fratellanza, spirito di appartenenza e voglia di mettersi in discussione. A.S.D SAMBO VERONA 2003 e JIU JITSU CLUB VERONA e aggiungo anche gli amici di MMA VERONA, ognuno di noi ha unito alla proria attività il nome della nostra città, il nome della nostra casa natale. Quando tra di noi parliamo, ci si riferisce ai propri compagni con una parola, i butei; una parola che letteralmente significa nel nostro dialetto "i ragazzi", ma che nella realtà si usa per indicare con chi hai una rapporto di fratellanza e rispetto. Ogni mattina ognuno di noi non vede l'ora di allenarsi con i butei, fare il tifo quando uno dei butei fa una gara, aiutare i butei ad allenarsi per un appuntamento importante.

Dai butei che gh'e da godarse.
Dai ragazzi che c'è da divertirsi.