domenica 18 dicembre 2011

New Deal

Quello che spiegheremo nelle prossime righe è qualcosa che è maturato nel tempo, senza forzature e con spontaneità. Da ieri la nostra squadra di Jiu Jitsu Brasiliano è affiliata all'Aeterna Jiu Jitsu e avremo come referente tecnico Luca Anacoreta; ma prima di spiegare il dietro le quinte di questa decisione teniamo a precisare che Jiu Jitsu Club Verona non perderà la propria identità e che il nostro Maestro Fabbio Passos ( a cui dobbiamo tantissimo) tornerà in Italia appena sarà possibile.
Premesso questo, di motivi veri e propri che ci hanno guidato verso questa scelta non ce ne sono, si è creata empatia tra noi, abbiamo visto che su molte cose abbiamo la stessa visione ed è stato naturale queste passaggio.
Luca Anacoreta ha conquistato con la sua bravura ed il suo modo di porsi i nostri ragazzi che hanno espresso molte volte la volontà di farlo salire a Verona per dei seminari. E lui si è sempre dimostrato una persona seria , umile ma professionale ed anche gli altri che formano l'entourage dell' Aeterna ( Fabio, Paolo e Mirco) ci hanno sempre confermato questo.

Per ufficializzare questa decisione abbiamo scelto il giorno del raduno di fine anno della nostra scuola, giornata di allenamento e ritrovo per gli auguri tra compagni di team ed amici. Luca ha fatto un piccolo stage e prima della consueta sessione di sparring gli istruttori del JJC, Francesco e Luca hanno graduato a cintura blu alcuni loro allievi. Ricordando loro che la cintura serve solo per chiudere il Gi e che ora vanno incrementati impegno e dedizione sono passati di grado Alessio, Denis, Stefano e Pamela che si sono ampiamente meritati la promozione e che hanno sempre avuto un ottimo comportamento in materassina.
Complimenti quindi a tutti loro e sotto con gli allenamenti a tutti gli altri che le promozioni sono un traguardo da raggiungere per tutti.


mercoledì 14 dicembre 2011

Nuovo regolamento. Sapere è dovere.

Con il Campionato Europeo di Jiu Jitsu di Lisbona 2012, entreranno in vigore le nuove norme che regolano le competizioni marchiate IBJJF. Siccome la quasi totalità delle gare che vengono organizzate si adeguano a questo regolamento, consigliamo agli atleti di osservare con cura i cambiamenti e memorizzare ancora di più i dettagli che possono rivelarsi decisivi durante una lotta.
Qui di seguito il link che manda al nuovo regolamento, ma non dimenticate che sia Francesco che Luca sono competenti in materia, in quanto ogni anno effettuano i corsi per l'arbitraggio tenuti da Alvaro Mansor, capo della sezione arbitrale dell' IBJJF . Quindi ogni cosa dubbia o domanda potrà essere discussa e resa chiara durante gli allenamenti.





                       Clicca qui per andare al regolamento: http://www.cbjj.com.br/docs/regrasibjjf-1aedicao.pdf

sabato 10 dicembre 2011

Competizioni autunnali: ecco il report.

Siamo in pieno periodo agonistico e finalmente si calcano i tatami per poter mettere alla prova le nostre abilità. Fino ad oggi sono stati due gli appuntamenti che ci hanno interessato: il Milano Jiu Jitsu Challenge e l' Austrian Sambo Open, dove i nostri atleti hanno portato a casa dei buoni risultati.

Cominciamo dalla gara di Milano, dove alla prima esperienza di competizione Ivan Guariso ha guadagnato una medaglia d'argento, sudata sia al momento della gara sia negli allenamenti, visto l'impegno messo sul tatami quasi ogni giorno.
Medaglia d'argento per il solito Paolo Menini che grazie al suo judo e alla sua fisicità riesce sempre ad andare a podio.
Vorremo spendere qualche parola anche per Alessio e Flavio che nonostante stessero facendo bene non sono riusciti a centrare il risultato sperato; con il tempo e la dedizione si possono superare molti ostacoli, basta crederci.









Passiamo alla gara di Sambo , specialità di lotta di stile sovietico dove spesso alcuni di noi si dilettano.
Nella splendida cornice della città di Vienna si è tenuta la competizione che ha dato molta soddisfazione ai nostri atleti Paolo Menini, Gianluca Brun e Francesco Gardini ; tutti e tre sono riusciti a guadagnare la medaglia d'oro superando atleti provenienti dal blocco ex-sovietico (Armenia, Cecenia,Azerbaijan) e dall'est Europa (Ungheria, Rep. Ceca).








Come sempre ricordiamoci che bisogna sempre guardare avanti, dimenticare in fretta la competizione appena passata e lavorare duro sulle cose da migliorare. Le gare hanno un senso che va oltre la medaglia, sono stimolo di continuo progresso tecnico e di maturità atletica.


Spirit and Body training


Ringraziamo tutti gli appartenenti alla squadra di judo e jiu jitsu brasiliano che mostrano sempre spirito di gruppo ed appartenenza, il nostro maestro Fernando Marverti che ci guida sempre con esperienza e passione e Roberto Ferraris che ha permesso agli atleti in trasferta a Vienna un soggiorno ben organizzato.